giovedì 28 novembre 2013

Thor: the dark world -la recensione!


SPOILER ASGARDIANI!
Ammetto che in questo periodo avrei preferito andare a vedere Ender’s game, e invece, visto che non è arrivato nel multisala sotto casa, mi è toccato l’ennesimo film di supereroi Marvel, Thor: the dark world. Beh, che culo direi, un gran film!!!
Eh si, merita proprio, ma andiamo per punti.
1-     Trama: il cattivone Malekith (omen nomen!) vuole usare il mistico liquido Aether per darkizzare l’universo, quando i 9 regni (dimensionali) saranno allineati. Non ci riesce ai tempi del nonno di Thor, allora ci riprova ai nostri giorni. Infatti i mondi si stanno riallineando, e la nostra Jane (amichetta di Thor), per sua sfortuna, mentre sta studiando tali allineamenti, viene “invasa” dal liquido. Thor quindi la porta ad Asgard per curarla, Malekith attacca e prima di essere respinto uccide la madre di Thor. Ora il biondone vuole andare sul pianeta di Malekith portando con se Jane, incurabile anche su Asgard, in modo che, una volta che l’elfo avrà estratto l’Aehter da Jane, Thor possa distruggere lui e la tetra sostanza. Per farlo però deve chiedere aiuto al fratellastro Loki, unico a sapere come uscire da Asgard che il padre Odino ha fatto sigillare. Siamo all’epilogo, il piano di Thor non funziona, Jane è libera ma l’elfo si è dopato con l’Aether. Quindi va sulla Terra, mondo di mezzo fra i nove regni, per infettarli, ma grazie agli strumenti di Jane, che dovevano servire a localizzare le anomalie da allineamento e invece vengono usati per crearle, Thor riesce a fa fuori il cattivone.
2-     Personaggi: c’è ancora molto di Shakespeare nei rapporti fra i personaggi (amore, rivalità, invidia, tradimento, etc), che qui vengono tratteggiati con più incisività. Loki, mostra un po’ di umanità rattristandosi per la morte dell’amata madre adottiva. In più pareva morto sul pianeta elfico, ma alla fine prende il posto di Odino (fino al prossimo film immagino). Thor invece è così onesto e generoso che potrebbero chiamarlo Capitan Asgard! Eppure non è più il fessacchiotto del primo film. In primis sa che non si deve fidare di Loki, e fa bene. In più si limita a rinunciare al trono in favore del suo amore per Jane, ma ammette anche che lo fa perché preferisce la vita del guerriero a quella del sovrano. In più è anche conteso fra Jane e Sif, che non sono certo due racchie!
3-     Atmosfera: oltre all'azione e alla tragedia, ci sono anche momenti di humor davvero spassosi!
4-     Scenari: spettacolari, davvero galattici. Bellissima poi la commistione fra fantasy e fantascienza, tra fucili a raggi e lance laser, tra mostri e astronavi. Fichissime, per fare un esempio,  le astro-barchette con cannoni gatling laser degli Asgardiani: mi hanno ricordato quelle dell’anime Moby Dick 5 ( attacco nostalgico).
5-     Infine parliamo un attimo dell’Aether. In una delle due scene post-titolidi coda (si avete letto bene, sono 2!!!), gli amici di Thor portano l’Aether sottratto al cattivone, ad un personaggio che chiamano il Collezionista. In tal modo lo terrano lontano dal Tesseract tenuto ad Asgard. Dal Collezionista veniamo a sapere che questi due oggetti fanno parte di una serie di 6 Gemme dell’Infinito (che fa un po’ Dragon ball). Ora, questo mi fa pensare che alla Marvel-Disney abbiano pianificato di far convergere tutti i film futuri in uno scontro finale fra buoni e cattivi per ottenere le 6 gemme che man mano compariranno nei vari film in uscita…un piano davvero diabolico per ottenere l’attenzione dei fan e la mia adesso ce l'hanno!!!
Quindi, per chiudere: consigliatissimo!
By Sanchez
NOTA
Mi accorgo solo ora che non ho recensito Iron Man 3: beh che dire, è Iron Man, quindi: imperdibile!!!

Nessun commento: