mercoledì 14 marzo 2018

Mecha Design, un saggio



Carissimi, un amico mi ha chiesto di provare a scrivere un saggio sul mecha design, per questo motivo, per un pò di tempo, i già non frequenti post saranno ancora meno.
Ma so che porterete pazienza.
Grazie
By Sanchez

giovedì 15 febbraio 2018

David “Mechanaut” White – the interview!


Dear friends, today we have the opportunity to make an interview with the creator of the fantastic “Mechanauts”: David White!

Fantascienza&Co: First of all I must say that I know your art because some years ago I created the name Mechanauti, that is the Italian for Mechanauts, and one day I googled this name and I found your creation. So what’s your inspiration for the Mechanauts?
Hello and thanks so much for the opportunity to talk about my creations. My inspiration for the Mechanauts was older toys from the 70s and 80s such as Micronauts, Diaclone, and Transformers. I like a lot of different toys from that era, but the science fiction toys have always been my favorites.

F&Co.: may you tell us something about you and your career as an illustrator?
My career as an artist started back in 1995 after I graduated from the Columbus College of Art and Design. I got a job making computer games for a company called Cyberlore Studios. We made a lot of PC games such as Majesty the Fantasy Kingdom Sim and a couple of MechWarrior 4 sequels. I was responsible for creating concept art and making the in-game art too. I started doing freelance work for LEGO while I was at Cyberlore. I created more than 200 pages of comics for LEGO Magazine over about 9 years. Cyberlore closed in 2005 and I became a full-time freelancer. I illustrated more than 20 Hot Wheels books and several LEGO Star Wars books for Scholastic as well. It was a lot of fun!

F&Co.: and what about today job as a mecha designer apart from Mechanauts?
I’ve had some fun mecha design jobs over the years, but they are infrequent now. I modified many old designs for the MechWarrior 4 PC games and also got to create a few new designs. I then started working on the Battletech miniatures game. I still create drawings for those sometimes. Here are many of the drawings I have done for Battletech.
Another highlight was when I got to do concept art for the Nintendo DS version of Transformers: War for Cybertron. I loved doing that J

F&Co.: Let’s talk about your awesome Mechanauts: can you tell us something about your production process? How do you work and which are your job devices (3d printer, resin materials, etc.)?
I use several 3D printers to make my figures. I prefer a brand called Afinia because their machines have been very reliable and cost effective. They are extrusion type machines and I use ABS plastic. Making the toys takes a lot of time. THE 6 in Mechanauts have around 75 parts and all those parts take about 20 hours to print. After the parts are printed, I have to remove support material and assemble everything by hand. The last step is an acetone treatment that smoothes the surface of the pats and makes them shiny. I’m working on a series of videos for my YouTube channel to show my entire process.

venerdì 26 gennaio 2018

ZOIDS



Se vi dico Animali+Mech a cosa pensate? Esatto a loro, agli Zoids.
Una vera pietra miliare dei fantagiochi ma anche per la fantascienza più in generale, perchè da quando sono stati inventati dalla Tomy negli anni '80, nessuno ha potuto più fare animali-mecha se non copiando/imitando gli Zoids.
In principio era molto semplici con le cabine tutte uguali, come vedete nell'immagine qui sopra, poi con il tempo evolute/integrate in forme più zoomorfe.
La scala 1/72 mi ha sempre interessato molto perchè compatibile con i classici soldatini. Inoltre in tutti gli Zoids sono presenti i soldatini dei piloti.
Addirittura in alcuni kit ci sono anche soldatini in posa diversa. Cercate le immagini di: Demantis EZ-048 (che vedete in foto), Diloforce EZ-050 e Grounchar EZ-051.
Un'altra caratteristica che mi piace di questi modellini è che in genere, a differenza dei Gunpla e simili, una volta montato il kit non presenta pezzettini vari (le classiche manine) che avanzano e non si sa dove mettere!


Demantis

Da sempre non gradisco invece il meccanismo di movimento a molla di quelli originali Tomy, che nel tempo è un pò sparito, come ad esempio nell'Evo Flyer della serie Blox, in foto.
Evo Flyer

Molto belli quelli proposti adesso su licenza dalla Kotobukiya, senza meccanismo di movimento appunto, ma abbastanza cari.
C'è anche una linea in 1/144, molto gundamica, ma meno ampia per ora.
A quei tempi la Tomy tentò di duplicare il successo degli Zoids con altri prodotti: Starriors, Z Knights (anche questi riproposti dalla Koto), ma non ci è riuscita.
Nella linea 1/24, prodotta su licenza dalla Wave, mi pare ci sia lo zampino anche del sensei di Ma.k. Kou Yokoyama. 

Negli anni sono stati prodotti anche alcuni anime e fumetti.
Ritengo gli anime che ho visto abbastanza privi di interesse: non hanno sfruttato in pieno il potenziale del prodotto.
Dei fumetti non so cosa dirvi, non li ho mai letti, anche se mi pare siano stati fatti dalla Marvel e quindi con l'Uomo Ragno come co-protagonista (ma c'è anche Leopaldon?)^_^

In Italia vennero importati da Polistil, poi mi pare da Giochi Preziosi.
Bellissime le pubblicità sul Topolino ma soprattutto gli spot televisivi spaccavano!

Ecco alcune risorse web sugli ZOIDS (e simili):

http://misterhook.net/zoids/index.htm
http://theironbible.com/ 
http://www.zoid.us/
http://zoids.wikia.com/wiki/Main_Page 
http://starriors.com/
zknights/castle.html

Se avete qualche informazione in più e interessanti, mandatemela pure, terrò aggiornato anche questo post, grazie!
By Sanchez

giovedì 11 gennaio 2018

Homerun - recensione!


Cari amici, finalmente ho trovato il tempo di tornare a leggere storie di fantascienza (evviva!) ,e in questo caso, una gran storia e per giunta scritta egregiamente.
Sapevo già che l'amico Lorenzo, scrittore e giornalista, scrivesse bene, ma non sapevo avesse uno stile così scorrevole ed efficace.
Il racconto parte forse in modo classico, un personaggio si sveglia in un laboratorio senza ricordare la propria identità, ma da qui in poi l'azione si fa serrata e i colpi di scena si susseguono fino all'epilogo. E qui il lettore ricomincia a respirare.
Come dicevo è scritto molto bene, da manuale per scrittori direi. Ogni parola è pesata, ogni particolare è al posto giusto, i personaggi sono tratteggiati quel tanto che serve nell'economia della storia breve. Perfino l'ambientazione è quella giusta e non potrebbe essere un'altra.
Ci sono pure simpatici i giochi di parole, compreso quello del titolo stesso.
E infine, l'aspetto più notevole e scifi dell'opera, è la costante presenza della domanda, di Dickiana memoria: ma la realtà qual'è??
Ottimo racconto, complimenti Lorenzo!
Adesso devo assolutamente leggere un tuo romanzo.
By Sanchez
PS
Avrete notato che la recensione non ha seguito il mio solito schema a punti, ma questo perchè essendo un racconto, breve, un tale schematismo risultava eccessivo. Sapete bene che non voglio annoiarvi più del dovuto! ^_^

giovedì 21 dicembre 2017

STAR WARS: GLI ULTIMI JEDI - RECENSIONE



SPOILER STELLARI!
Eccoci qua. Già il fatto che ne scriva vuol dire che Ep.8 mi è piaciuto abbastanza. Il regista Johnson ha fatto in modo che persone ed eventi non seguano mai il finale che ci si aspetta, e questo atteggiamento ci vuole un pò per digerirlo poi però il finale di tutta la vicenda, è in linea con le aspettative. La storia poi non presenta buchi mostruosi e quindi il film risulta accettabile, direi anche che rende praticamente inutile la visione del capitolo precedente. E certo, dopo la cagata stellare che è stato Ep.7 non ci voleva molto a fare di meglio. Apprezzo comunque l'impegno di Rian, tanto che come in Ep. 5 oltre alla trama intravedo anche uno schema simmetrico: una battaglia stellare all'inizio e una alla fine.
Ecco i punti salienti:
1- Trama: si parte con l'attacco del Primo Ordine alla base della Resistenza (e adesso che la Repubblica è stata annientata ha senso che esista una "Resistance"!) sul pianeta D'Qar. I ribelli scappano ma devono affrontare la flotta del PO. A caro prezzo, vincono questa battaglia, ma non hanno tempo di esultare perchè compare tutta la restante flotta del PO, con in testa la nave del Leader Snoke. Comincia così un inseguimento che dura tutto il film, ma con vari colpi di scena. Infatti il piano di Dameron e di alcuni ribelli è di mandare Finn e Rose a disattivare il tracciatore iperspaziale, già citato in Rogue One, che c'è sulla nave di Snoke, con l'aiuto di un hacker di nome DJ ingaggiato sul pianeta Cantonica. Quando sembrava che il piano funzionasse, DJ li tradisce per soldi. Ma i due vengono salvati dalle mosse del Vice-Ammiraglio Holdo che non sembrava avere un piano per salvare i ribelli e invece un piano ce l'ha e cioè proseguire la fuga fino alla lor base semi-abbandonata di Crait e fare evacuare la sua nave, tra l'altro unica ad essere tracciabile dal supersensore. Ma di questo piano si accorgono gli uomini del PO e cominciano ad abbattere anche le navette di evacuazione ma....Holdo ha un nuovo piano e cioè, con il carburante rimasto, gira la nave ammiraglia, esegue un breve salto iperspaziale e si schianta sulla nave di Snoke, danneggiando pesantemente questa nave e distruggendo la flotta al seguito. In questo frangente si salvano Finn e Rose, che scappano anche loro su Crait. Qui c'è lo scontro finale, omaggio a Hoth. E si risolve grazie all'intervento di Luke che permette ai ribelli di scappare sul Millenium Falcon, per poi poter così riaccendere la ribellione in tutta la galassia vista l'attuale caos creatosi nel PO. La sottotrama riguarda l'evoluzione del rapporto fra i vari Jedi coinvolti: Rey, Luke, Kylo, Leia, ma ne parlo nel punto successivo che riguarda i personaggi.
2- Personaggi.
Luke: all'inizio vuole lasciarsi tutto alle spalle, perchè ha fallito nell'addestramento di Kylo, votato profondamente al lato oscuro. Ma Yoda, grandissimo, gli fa capire che ok, lasciamo tutte le leggende alle spalle, ma Rey deve istruirla. Luke poi per lo sforzo fatto su Crait, come i suoi maestri, diventa uno Spirito della Forza.
Rey: in questo film apprende molto sulla Forza, comincia a dominarla, e capisce e accetta (secondo quanto dettole da Kylo) che i suoi genitori erano dei nessuno: ma in fondo I jedi non è così che nascono?
Kylo: Rian ci dà l'illusione che si redima grazie a Rey e diventi un Jedi, invece è proprio un capriccioso bimbominkia, che vuole essere il numero uno del parchetto delle giostre. Lontano anni luce dal nonno.
Snoke: lontano anni luce da Palpatine, di cui è solo una pallida imitazione, e la fine che fa, trafitto da Kylo, conferma questo giudizio.
Finn e Rose: nuova simpatica coppietta di ribelli?
Dameron: nuovo Han?
Phasma: inutile.
Hux: con lui si ride!
Leia: superpowered!
DJ: boh.
Nota sui Jedi: si vedono nuovi utilizzi della Forza: Leia respira e vola nel vuoto siderale, Luke usa una telemanifestazione di se stesso da un pianeta ad un altro, Yoda (già Spirito della Forza) scatena un fulmine che neanche Storm degli Xmen!
3- Ambientazioni all'altezza della saga. Musiche, ok ma senza marcia Imperiale, qualcosa manca.
4- Mechanic design: allelluia, finalmente astronavi e mezzi vari!! Fichissima la super corazzata del PO. Belli i bombardieri ribelli con cabina del falcon e struttura simile al B-wing, come lo ricordano anche i piccoli sky speeder che ricordano anche un pò gli sgusci di ep.1. Infine notevoli i nuovi camminatori dei cattivoni.
Concludo quindi dicendo che tutto sommato mi è piaciuto. E' un bel balzo in avanti, come detto anche dai vari personaggi. Ora il problema è che Jar Jar si occuperà di Ep.9 e avrà il seguente dilemma da risolvere: Leia è viva e Carrie no, Harrison è vivo e Solo no!!! 
Nota finale: uscendo dalla visione del film una parte del mio lato oscuro si è fatta sentire e mi ha detto che di Star Wars, Star Trek, Terminator e di altre grandi saghe che ci propina Hollywood per farci comprare il merchandise, ne ho un pò piene le scatole! Starò diventando uno sporco bastardo cinico come DJ?
By Sanchez

venerdì 1 dicembre 2017

DUST & OATS STUDIOS!




Cari amici, post breverrimo: volte vedere corti di scifi professionali!!
Bene questi sono i siti per voi:

DUST

Oats Studios  (qui il boss è Neill Blomkamp)!

Buona visione!
By Sanchez 


venerdì 24 novembre 2017

Effetto Mandela




Cari amici, oggi il post è dedicato ad un argomento para-scientifico. Come vi sarete accorti di solito qui non mi occupo molto di queste cose, in questi anni ho fatto solo un paio di post simili, uno sul viaggio nel tempo e uno sugli ufo. Ne ho scritto poco perchè non ho il tempo per parlarne di più, però ammetto che gli argomenti para mi interessano abbastanza, per il fatto di essere una fonte infinita di ispirazione per storie scifi, che uso nei Lore dei wargames. Detto ciò io poi sono "fantascienzo" e la parte "scienzo" che è in me di solito prevale  quando mi inoltro nella parascienza.
Fatta questa premessa, doverosa, inquadro l'argomento Mandela Effect, ME. E' un fenomeno nato dalle ricerche della giornalista Fiona Broome che nel 2009 si è accorta che molte persone come lei ricordavano "perfettamente" che Nelson Mandela fosse morto in prigione, con tanto di funerali di stato, e non di vecchiaia. E si ricordavano anche di Stephen Biko, un altro attivista anti-apartheid morto in prigione, quindi non si stavano confondendo fra i 2 personaggi.
Da allora ad oggi c'è una lunghissima lista, che per altro continua ad aumentare, di fatti/persone/oggetti che molte persone ricordano in un modo diverso da quello che è poi in realtà. La spiegazione da Kazzenger è che si tratta di persone che sono passate da una realtà parallela a questa nostra realtà quindi sono passate da un posto in cui è avvenuta una certa cosa ad uno parallelo in cui ciò è differente.
Quando ho iniziato a leggere di tutto ciò la mia reazione mentale è stata: ok, si tratta solo di errori mnemonici comuni! Altro che dimensioni alternative!
La mia curiosità però mi ha spinto oltre e indagando ho trovato che la spiegazione delle dimensioni parallele ha anche un corollario e cioè i "Residui" ovvero che anche in questa realtà ci sono residui dei fatti che vengono ricordati in modo diverso.
Mi spiego con i due esempi che mi lasciano tutt'ora perplesso:
1- ricordate l'omino del monopoli che ha il bastone, il cilindro e il monocolo?


....bene il monocolo non ce l'ha!!!
Però c'è un residuo ovvero nel film Ace Ventura, il protagonista parla con una persona vestita da tale omino e il monocolo ce l'ha!
Monopoly guy

2- avete presente la cantante Madonna, aka Maria Luoise Ciccone, che all'inizio della carriera era tutta acqua e sapone e veniva in Italia a trovare i parenti?


.....beh non si chiama Maria ma Madonna!!! 
Madonna_(cantante)
Anche in questo caso c'è il residuo:
timelineshift.com/madonna
Conclusione? Stavolta non ce l'ho, resto ancora in attesa di capire cosa mi stia sfuggendo in tutta questa faccenda che comunque mi diverte moltissimo!! Infatti adesso almeno un paio di film me li aspetto! E anche Giacobbo non può farsi attendere troppo!!
Ah, vi giro alcune risorse di rete così poi mi dite la vostra opinione!
http://mandelaeffect.com/
https://www.alternatememories.com/
http://www.timelineshift.com/
By Sanchez