giovedì 25 settembre 2014

Fantamodellismo-Intervista con Abbiati Wargames





In occasione dell'Hobby Model Expo di Novegro:
hobby-model-expo
ho avuto il piacere di intervistare gli amici della Abbiati Wargames che potrete visitare nel loro fantastico stand (Padiglione B).
Come nasce la AbbiatiWargames?
Nasce nel 2004 per passione.
Visto che stavano venendo meno negozianti modellisti che erano in grado di aiutare veramente il modellista nei suoi acquisti, dandogli utili consigli ed ottimi prodotti, abbiamo pensato che con la nostra passione ed esperienza potevamo colmare questo buco che si stava creando commercialmente.

Quali sono i vostri punti di forza rispetto alla concorrenza?
Professionalità e competenza.
Vista la nostra passione modellistica riusciamo sempre ad aiutare chi si rivolge a noi, sia semplicemente con un consiglio che proponendogli materiali veramente validi, visto che prima di vendere noi proviamo sulle nostre spalle i vari prodotti.
Non per niente abbiamo pubblicato su Youtube oltre 40 puntati di corso di modellismo facendo vedere che se si parte con materiali buoni il modellismo non è difficile come si possa credere, ovviamente serve la passione, senza quella non si può fare modellismo

Chi sono i vostri principali fornitori?
Beh.. tutti quanti riforniscono negozi di modellismo.
In più noi abbiamo fornitori particolari su prodotti industriali, essendo anche produttori

Che tipo di clientela avete?
Quasi tutti modellisti e collezionisti privati.

Programmi per il futuro?
Importare direttamente dai produttori nazionali ed esteri i vari prodotti modellistica.
Questo perché chi fa distribuzione non è più capace di evadere le vere esigenze modellistiche.
Propina materiali o kit a loro più redditizi, non utili al modellista. Il modellismo è molto particolare e la competenza deve essere sempre presente, non si può solo pensare al guadagno puro.

Sbaglio o siete anche modellisti/wargamisti e pure collezionisti?
Sì lo siamo, in particolare modellisti/collezionisti.
Papà Giuseppe da oltre 50 anni, Francesco, il figlio, da oltre 20 anni
Eravamo anche wargamisti, più per amicizia che per passione, ma ad essere sinceri il wargames non ci ha mai attratto molto

Da quanto vi occupate anche di modellismo alternativo in particolare di Gundam?
Da 6 anni per i Gundam, da 8 per modellismo/collezionismo (miniature in scala dai 54 mm in su).

venerdì 12 settembre 2014

ARCA-I figli di Tlaloc!




L'amico Matteo Marchisio ha pubblicato il secondo volume (del primo ne ho parlato qui: arca-il-risveglio-di-pito) della saga degli A.R.C.A, le possenti macchine da guerra che vedete nella bella immagine della copertina, e precisamente: i figli di Tlaloc.

Potete trovare il nuovo romanzo qui:

Bravo Matteo!

By Sanchez

giovedì 4 settembre 2014

Mondo9...anzi no Mondo6!


Riparto da dove ci siamo lasciati prima delle ferie e cioè da Mondo9. Mi sono divertito a immaginare (come omaggio!) una versione "elettropunk", chiamiamola così, di Mondo9, opera dell'amico Dario Tonani (che mi ha dato il suo permesso!...grazie!)
Eccovi come ho trasformato l'introduzione di Mondo9 in Mondo6, buona lettura:

"Mondo6 è un pianeta pluviale, fangoso, mortale, una sconfinata distesa di paludi mefitiche punteggiate da agglomerati urbani fatti di plastica, cavi e metalli conduttori. Nel corso dell'evoluzione i suoi abitanti si sono applicati a una sola scienza, l’elettromagnetismo, hanno sviluppato una sola disciplina, l’elettrotecnica, rendendolo il regno dell’elettricità, delle macchine e degli isolanti. Il pieno dominio sull’elettronica è ancora solo una chimera, eppure Mondo6 vive su una fiorente attività di commerci. A solcare le pianure paludose tra una città e l'altra (ma anche i ghiacci dei poli) sono titanici veicoli a cuscini d’aria (e zampe retrattili), grandi quanto bastimenti e governati da decine di uomini.

La Oderbur è una nave ciclopica, la più potente e famelica di Mondo6, fiore all'occhiello della cantieristica locale. E’ costruita di un avveniristico mix fra plastica e metallo (il plastmetallo), alimentata dalla torre Tesla che riceve l’elettricità dalle torri Tesla delle Energodighe, mossa da enormi motori elettrici e da vasti banchi di batterie a batteri. I suoi cannoni elettrici e le sue magnetomorse sono pronti a fare a pezzi le navi avversarie. Ma soprattutto è una creatura senziente! Fa su e giù dalle pianure acquatiche alle banchise polari, viaggiando per mesi senza incrociare anima viva, in balia degli elementi e di una natura selvaggia, estrema, micidiale.

C’è una guerra là fuori. Macchine contro macchine, plastmetallo contro plastmetallo. E mille prodigi che attendono il loro cibo che attendono acquattati nel fango: un misterioso morbo che trasforma la carne in plastica, fiori giganteschi che si nutrono di elettricità, pozze letali di fanghi acidi…Mentre in cielo volteggiano stormi di strane creature per metà uccelli e per metà ibridi elettromeccanici.

Durante una manovra qualcosa va storto. La Oderbur s'incaglia, sigilla tutti i boccaporti e intrappola l'equipaggio nelle sue viscere. Solo un piccolo modulo di sopravvivenza si stacca dalla nave madre: all'interno, imprigionati in un augusto universo di tubature, cavi e batterie, ci sono soltanto il pilota e il Guardiacqua Bran D. Garroso, primo ufficiale tutto d'un pezzo nonché profondo conoscitore della sua nave.

Comincia l'odissea: il modulo automatizzato, per sopravvivere, tracciare la rotta verso casa e tornare alla civiltà, ha bisogno di batterie a batteri. E i batteri si trovano nella carne e nel sangue..."

Spero vi sia piaciuta! Comunque sia non dimenticate di leggervi, e "piacizzare", anche quella dell'originale Mondo9:

Il link: Mondo9
By Sanchez

giovedì 7 agosto 2014

Mondo 9 - Raddoppia in Mondadori!




Un'alba dorata si staglia sull'orizzonte di Mondo9!...ammappete se sono poetico...scherzi a parte la fantastica notizia di questo post è che l'amico Dario Tonani, grazie ad un accordo con Mondadori, porterà Mondo9 sul Millemondi Estate del 2015 e includerà i due cicli principali e ulteriore materiale. Si insomma una vera chicca per noi fan di Mondo9.
In più ci segnala anche un suo racconto sull'antologia "Steampunk!" in uscita nelle edicole per i tipi di Elara edizioni.
Ma per tutte le informazioni vi rimando al Blog di Dario:
By Sanchez

giovedì 31 luglio 2014

Transformers4-L'era dell'estinzione-rece!


SPOILERBOTS!
La trama si sviluppa su alcune sottotrame:
1    1- I Creatori che vennero sulla Terra ed estinsero i dinosauri mentre tentavano di trasformarla in pianeta adatto a loro. Ai giorni nostri inviano il mercenario Lockdown a catturare Optimus (così come tempo fa riuscì a catturare i Dinobots).
2    2- I cattivoni di turno, CIA traditori, fanno un patto con Lockdown: gli lasciano prendere Optimus in cambio della cattura e distruzione di tutti gli Autobots e Decepticons rimasti sulla Terra e da riciclare per diventare Transformers nuovi e controllati da umani. Il piano di riciclo è gestito dalla multinazionale USA-CINA KSI che usa tecnologia ricavata dai resti di Megatron. In più vogliono da Lockdown una bomba-seme in grado di trasformare un’ampia zona di terreno nei metalli (trasformio) per costruire i robot. Bomba creata ovviamente dai Creatori.
3    3- L’inventore squattrinato Yaeger che scopre per caso i piani della KSI-cattivoni Cia e sempre per caso aggiusta Optimus.
4    4-  Megatron che si inserisce nei sistemi KSI e si fa costruire un corpo nuovo (chiamato ora Galvatron) e un esercito nuovo i Transformers-Ksi appunto. Il suo piano è di trasfomare la Terra in una nuova Cybertron.
Tutti questi tizi si scornano nell’epico scontro finale, in Cina,  in cui: Lockdown crepa, i cattivoni Cia pure, Yeager finalmente si riunisce con la figlia e il suo fidanzato-pilota, I Dinobots finalmente sono liberi, Galvatron anche se ha perso il nuovo esercito promette vendetta,  Optimus parte per lo spazio per portare se stesso e la bomba-seme ai Creatori.
Cose mi è piaciuto:
1     1-    Robottoni trasformabili che si sparano a vicenda
       2-    Distruzioni colossali!
3     3-    I Dinobots!!
4     4-    Wahlberg ci sta bene, ma più come GIJOE che come inventore!
5     5-    Auto supersportive da urlo!
Cosa non mi è piaciuto: i bachi nella trama per cominciare, e cioè
1    1-    Perché i Creatori hanno estinto i Dinosauri ma non hanno Cyberformato tutta la Terra??
2    2-    Ma se l’energia vitale i Transformers ce l’hanno nel petto, come fa la testa di Megatron ad essere ancora viva?
3    3-    Ammesso che Optimus adesso abbia sti razzi che gli permettono di volare, non è un po’ troppo il fatto che gli permettano di andare nello spazio e fare pure balzi spaziali?? Mi pare troppo, boh!
4    4-    E Lockdown che trafigge Optimus ma non riesce a polverizzare un omuncolo come Wahlberg??
Altri aspetti poco graditi:
1   1-    La gnocca di turno è troppo minorenne (= si vede chiaramente che non è la nipote di Obama!)
2   2-    Ma se è un film sui Dinobots, perché compaiono negli ultimi 5 minuti??
3   3-    Non si poteva trovare una trama meno sottotramata in modo da ridurre un attimo la durata del film.
Per concludere anche questo film, come per Pacific Rim, è divertente ma non c’è nulla che rimarrà nella storia della fantascienza se non i Robottoni stessi (frasi del tipo “come lacrime nella pioggia” ce le possiamo scordare).
E’ tutto!

By Sanchez

giovedì 24 luglio 2014

Angeli Caduti - nuovo racconto di Maico Morellini!



Il nostro amico Diego Bortolozzo con la sua Collana Imperium prosegue a mietere successi pubblicando le opere dei più recenti vincitori del Premio urania.
Eccoci quindi alla nuova pubblicazione per "Collana Imperium": il racconto "Angeli Caduti"

Milano, 18 giugno 2014 – Maico Morellini, vincitore del Premio Urania/Mondadori 2010, entra a far parte della scuderia della Collana Imperium con questo primo racconto offerto a prezzo speciale ai lettori appassionati di fantascienza (e non solo).

Maico Morellini nasce a Reggio Emilia nel 1977 e si scopre da subito appassionato di fantascienza, fantasy e horror. La maturità̀ scientifica definisce le sue competenze e ne catalizza la curiosità per tutto quello che riguarda il mondo della tecnologia e della ricerca. Dal 2003 al 2010 è presidente di Yavin 4, Fan Club italiano del Fantastico e della Fantascienza: durante questo periodo affina la sua tecnica narrativa ricevendo diverse segnalazioni in alcuni importanti concorsi letterari (tre edizioni Premio Lovecraft) e pubblica un racconto breve su Writers Magazine Italia fino a quando si sente pronto per tentare un progetto più̀ articolato. Con il suo primo romanzo di fantascienza “Il Re Nero” vince il Premio Urania 2010. Attualmente vive a Bagnolo in Piano, paese in provincia di Reggio Emilia e lavora nel settore informatico. Collabora con la rivista di cinema Nocturno, ha pubblicato su diverse antologie, ha da poco completato il suo secondo romanzo di fantascienza e sta lavorando a una raccolta di racconti ambientata a Polis Aemilia.
Il suo sito: www.maicomorellini.it

Il racconto è disponibile in e-book (www.amazon.it/Angeli-Caduti-Maico-Morellini-ebook ) e a breve anche in cartaceo, in tutte le librerie on-line.

Dalla Sinossi.
“Nel mondo del domani non nascono più bambini ma l’uomo non si arrende al suo destino. Il Progetto Eden crea gli Angeli, donne modellate geneticamente per essere in grado di concepire ma questo non basta: gli Angeli iniziano a cadere, cercando nella morte la fuga da una vita artificiale. Gabriel Erebo è un cacciatore di Angeli Caduti assoldato dal capo di uno strano ordine monacale ma ben presto l'indagine lo porterà a scoprire verità che non è pronto ad affrontare. Fino a condurlo verso una scelta estrema.”
   

L’autore inizia con questa opera la collaborazione con “Collana Imperium”. Tutte le pubblicazioni della factory editoriale sono raggiungibili qui (LINK http://collanaimperium.wordpress.com/) e nelle migliori librerie on-line.

Un racconto ideale da leggere sotto l'ombrellone, o l'ombrello (!)!
By Sanchez


venerdì 11 luglio 2014

Rivangare il Futuro - Un nuovo fanta-blog!



Fa sempre molto piacere trovare qualcuno con le stesse passioni! E' ciò che ho scoperto leggendo il blog dell'amico Lorenzo "Mechanical Ambassador" anche lui appassionato di design fantascientifico.
E' quindi per me un piacere segnalarvi il suo sito che ho anche aggiunto nell'elenco dei blog amici.
Eccovi il link: http://rivangareilfuturo.blogspot.it/

Qui invece io ne ho parlato sotto l'etichetta fanta-design oppure, vi agevolo:
mecha-design-5

E vi dico già che fra non molto ne parlerò ancora, restate sintonizzati! ^_^
by Sanchez